COME ORGANIZZARE UN BUFFET DI COLAZIONE AL TOP
Soddisfa le aspettative dei tuoi clienti 

Tra i tanti elementi critici per una struttura ricettiva, di qualsiasi livello, possiamo senza dubbio elencare le pulizie e prima colazione.
È vero che la colazione è il pasto principale della giornata, ma è anche vero che in tanti al mattino si accontentano di un croissant ed un caffè. Nonostante questo, di fronte ad un buffet in hotel, saremmo tutti pronti (compresa me che scrivo e voi che leggete!) a riempire il piatto come se non ci fosse un domani.
Perciò, gli stessi clienti, che siano abituati o meno a fare una colazione abbondante, saranno più soggetti a valutare e criticare il servizio della struttura in cui soggiornano. Anche per questo motivo, prima di scegliere la struttura in cui alloggiare, sempre più viaggiatori si informano (tramite recensioni provenienti da varie fonti, prime fra tutte Booking.com e TripAdvisor) sul servizio della prima colazione, affidandosi all' "esperienza" di altri clienti. Teniamo conto anche dell’impatto psicologico della colazione, in quanto incide sul buon inizio della giornata: il buongiorno si vede dal mattino, per cui tanto più sarà apprezzabile la colazione offerta, tanto meglio l'ospite potrà ben godere il resto della giornata.

L’hotellerie non è una scienza esatta e gli ospiti non sempre sono prevedibili, tuttavia ci sono vari elementi che, quando ben abbinati, possono favorire alla migliore riuscita dell'obiettivo: la soddisfazione del cliente. Di seguito, i principali punti da rivedere per un buffet self-service invitante e ricco.

1.Esposizione del buffet e della sala

2.Disposizione delle pietanze e varietà dell'offerta

3.Servizio e organizzazione

1. Per quanto riguarda la disposizione del buffet molto dipende dall'ampiezza e dalla forma della sala di cui disponete, ma anche dal target e dalla quantità di clientela a cui si rivolge la vostra struttura. Questo ultimo punto è fondamentale anche per la disposizione dei tavoli riservati alle camere. Di questo verrà detto più ampiamente nell'articolo successivo.
Le soluzioni da adottare, in funzione della vostra sala, possono essere a muro oppure centrale. Scegliendo la prima opzione, addossando il tavolo alla parete potrete risparmiare spazio, ma sarà necessario disporre più tavoli in lunghezza e, non dimenticate, rendere facilmente raggiungibili tutti i prodotti: potrete ovviare utilizzando delle alzate o dei ripiani ad altezza "braccio".
Nel caso in cui vogliate optare per una esposizione centrale (con sala sufficientemente ampia), non dimenticate di verificare che ci sia sufficiente spazio affinché il flusso di clienti sia scorrevole. Avendo un tavolo intorno al quale girare, potrete disporre i prodotti su entrambi i lati del tavolo, mentre la parte centrale potrete utilizzarla per arricchire con delle decorazioni o con dei centrotavola.

Qualunque decisione adottiate, oltre all'ampieza degli spazi, tenete conto di diversi altri fattori secondari ma importanti dal punto di vista logistico:
- distanza dalle prese elettriche, in presenza di macchine o altri accessori che necessitano di corrente;
- distanza dalla cucina, per servire prodotti caldi e tenere il buffet sempre rifornito;
- in presenza dell'angolo bar, distanza tra quest'ultimo, i tavoli dei clienti e il buffet.


2. Riguardo la disposizione delle pietanze e varietà dell'offerta sarà detto maggiormente nel prossimo articolo. Senza dubbio, è bene disporre gli alimenti in un certo ordine logico. Individuate un angolo, possibilmente all'inizio del buffet o comunque in una posizione abbastanza comoda, sul quale lasciare piatti, bicchieri, posate, tovaglioli, e tutto ciò che può essere utile agli ospiti per il self-service. Organizzate tutto con ordine e pulizia: aiuterete i vostri clienti di individuare facilmente quello che cercano.
Nel reparto bevande, servirete i succhi, possibilmente in caraffe di vetro, il latte caldo e freddo, l'acqua calda con bustine di the, tisane e infusi, il caffè americano e, se non avete l'angolo bar, la macchina per l'espresso; non dimenticate una bella selezione di yogurt, in particolare quello bianco, e della frutta fresca e colorata, che potrete servire anche in una ciotola tagliata a macedonia; corn-flakes e cereali e qualsiasi cosa possa "arricchire" latte e yogurt; i dolci e le torte possono essere sistemati in maniera sfalsata su vassoi e alzatine; ci saranno poi i prodotti da forno, il pane, le fette biscottate, e vicino a queste il burro, il miele, le marmellate. Sono molto apprezzati i salumi, anche semplici, come prosciutto cotto e formaggio: il nostro consiglio all'albergatore è quello di sfruttare le tipicità del posto in cui vi trovate. Se avete anche delle varietà salate (uova sode, frittate, sformati), tanto meglio: il vostro buffet potrà sembrare ancora più completo! 
Per migliorare la presentazione, usate delle etichette con il nome o la descrizione (magari in doppia lingua, se avete anche ospiti stranieri) così da rendere più facile la scelta e soprattutto non rischiare di mettere a rischio allergie e intolleranze. Importante è anche esporre il cartello degli allergeni, come disposto dal Ministero della Salute.

3. Una volta organizzato il buffet, dedicatevi a programmare il servizio per gli ospiti. Per decidere se e quante persone ci saranno a servire, valutate la quantità e il target dei clienti che ospitate. Se avete un angolo bar, fate in modo che ci sia sempre qualcuno disponibile: sarebbe antipatico se i clienti dovessero andare in giro per la sala, cercando qualcuno che gli prepari un espresso.Sfruttate l'idea di non servire al tavolo, così risparmierete tempo ed energie: non dimenticate, in questo caso, di comunicarlo ai clienti, anche con un semplice cavalierino. 
Allo stesso modo, date la massima attenzione al rifornimento del vostro buffet, perché anche in questo caso sarebbe molto antipatico (oltre che sintomo di disservizio e disorganizzazione) se fossero i clienti a segnalarvi l'esaurimento del latte, del pane o di qualsiasi altro prodotto. Quindi, cercate di arrivare sempre prima di loro! 
Per creare un'atmosfera familiare, l'ideale sarebbe riservare un tavolo per ciascuna camera occupata (lo stesso tavolo per tutta la durata del soggiorno). Purtroppo non sempre succede (mi è capitato di dover aspettare che si liberasse un tavolo, per poter consumare la mia colazione), quindi, se non avete sufficiente posto per assicurare un servizio simultaneo a tutti gli ospiti, assicuratevi di pulire e sparecchiare quanto più velocemente possibile.